giornalismo fatto male, un esame sommario

L’articolo comincia con “esame sommario”.
Facciamo lo stesso con questo articolo del corriere della sera sulla sindaca di Roma Virginia Raggi e il suo coinvolgimento nei fatti di Marra.
 
Una sindaca italiana viene indagata per abuso d’ufficio e falso ideologico.
Il giornalista inizia con queste parole:
“Ha dormito poco. E male. Occhiaie profonde, il fard non copre il pallore.”
 
Il fard non copre il pallore?
Questa è la cosa più rilevante che c’è da dire sulla sindaca alla guida della capitale del paese?
 
IL-FARD-NON-COPRE-IL-PALLORE.
Poco dopo si parla di occhi lucidi, le mani nei capelli, una scena da dramma neorealista mal scimmiottato, senza la poesia e il potere di quei film che rimarranno nella storia.
 
Quando ce la siamo presa con Berlusconi cosa c’era da dire? il parrucchino era mal incollato? E per Renzi, residui di verdura tra gli incisivi, stamattina poco spazzolino?
No, non credo. Il punto è che quando va giù un personaggio pubblico donna si torna felici allo sberleffo sessista, alla faciloneria populista del “è brutta, racchia e zitella”.
Like, condivisioni e rumore assicurato.
 Implicitamente: se la sono cercata. E ci piace tanto dire quanto se la sono cercata.
 
Da un articolo politico vorrei sapere perché è stata indagata, quali sono i capi d’accusa, cosa rischia di scontare e quanto ha danneggiato la mia città.
Non se ha messo male il fard. Ancora meno se è un mezzuccio per punzecchiarmi la pancia e stimolare la reazione facile. 
Ah! e per proseguire in bellezza e essere meno sommari, l’articolo prosegue parlando della camminata con la quale la Raggi sfilava nell’ufficio di Previti e con la quale avrebbe convinto Casaleggio a farsi candidare sindaca.
 
La situazione della politica romana è ai minimi storici, abbiamo una giunta incapace di fare, una sindaca incapace di governare (e non perché donna che non sa mettere il fard) e del giornalismo maschilista e di bassa lega che mi fa incazzare quanto tutto il resto.
 
V.
(Ovvio l’articolo comincia con il nome del Padre Padrone Grillo. Ma questa se la sono cercata tutti i politici del M5S. Maschi e femmine indistintamente.)

Aggiungi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *